Intestazione
|
|
Stampa 
Visualizzazione NotizieVisualizzazione NotizieVisualizzazione Notizie
» cerca nel sito
 
 
 
il venerdì 23 febbraio 2018 alle 16:46 - pubblicata da 121 giorni
,

"Pirandello e il Fascismo" - Corrado Donati - 2 marzo 2018 ore 17.30, Biblioteca Bobbato

Conferenza

Pirandello e il Fascismo

Prof. CORRADO DONATI

Introduce Paolo Montanari Giornalista

 

Luigi Pirandello aderì al fascismo in maniera clamorosa, chiedendo la tessera del partito all’indomani dell’omicidio di Giacomo Matteotti. I suoi rapporti col regime, e con Mussolini in particolare, furono però alquanto turbolenti e si conclusero in maniera altrettanto clamorosa con la rinuncia ai funerali di Stato. Bisogna chiedersi allora quale furono le vere ragioni dell’adesione di Pirandello al regime di Mussolini, e soprattutto cercare di comprendere come la poetica dell’autore fosse ispirata ad una visione del mondo che è agli antipodi di quella promulgata dal fascismo.

La vicenda biografica dello scrittore siciliano nei travagliati anni del ventennio getta nuova luce sulle sue opere e in particolare sull’ultima, incompiuta e testamentaria, dei Giganti della montagna.

 

VENERDÌ 2 MARZO 2018 ORE 17.30

BIBLIOTECA BOBBATO

(Galleria dei Fonditori, 64 - Ipercoop Miralfiore, 1° piano)

PESARO

la locandina