Intestazione
|
|
Stampa 
Visualizzazione NotizieVisualizzazione NotizieVisualizzazione Notizie
» cerca nel sito
 
 
 
il lunedì 25 febbraio 2019 alle 16:18 - pubblicata da 203 giorni
,

Presentazione del libro "Un minuto in più" di M. Panico / 27 febbraio 2019 ore 18.00 SALA ROSSA del COMUNE

Mercoledì 27 febbraio, alle ore 18, nella sala rossa del Comune di Pesaro, si terrà la presentazione del libro “Un minuto in più” (Ciesse edizioni) di Martino Panico, in collaborazione con Anpi, Iscop, Istituto di Storia Contemporanea, Biblioteca Bobbato.

Interverranno con l’autore, Matteo Ricci, Matilde Della Fornace e Simonetta Romagna, alla presenza dell’editore Carlo Santi. Modera Elisabetta Marsigli.

“I 66 racconti, tranne l’ultimo, fanno riferimento a fatti realmente accaduti. Non hanno la pretesa di essere la verità storica, ma a questa si avvicinano molto” scrive Martino Panico, ex sindaco di Cantiano, nella nota introduttiva. L’arco temporale è molto vario: dagli anni ‘20 del secolo scorso al 1974. Ogni capitolo si riferisce ad un decennio e si tratta di vicende ascoltate in famiglia, nel grande casale che, in virtù del nome del bisnonno, veniva chiamato “dei Paoli”.

Un minuto in più è un libro sulla vita, sul coraggio delle donne, sul primato della democrazia. «Ho scritto un minuto in più, - spiega l’autore - perché lo dovevo a mio padre, che fino agli anni '70 non è riuscito a raccontare il dramma della deportazione e la vita nel lager, che si svegliava la notte sudato e spaventato. Lo dovevo a nonna Anna, donna forte e risoluta, che non ha mai conosciuto la paura, tanto meno di fronte ai fascisti e ai nazisti. e a mamma, donna dal carattere straordinario e dotata di un senso di umanità rara. Lo dovevo, soprattutto, ai sentimenti democratici della mia comunità, che non è solo Cantiano, ma tutto il territorio che va da Gubbio a Pesaro e che si assomiglia a tante altre province in questa parte dell'Italia di mezzo».

Le prime due stampe sono andate esaurite ed è in corso la terza: su Amazon sono state acquistate centinaia di copie ed è tra le 100 letture più interessanti dell’attuale momento letterario (classifica Ibs), nonché primo per vendite nel mese di gennaio, della sua casa editrice. Il tam tam dei social ha fatto arrivare il libro anche all’estero: a Londra, Edimburgo, fino a Portland in Oregon.

Secondo Nicoletta Panichi, docente della Normale di Pisa, nel libro ci sono tre letture: «Quella classica del lessico famigliare, gli affetti, la seconda dell'intreccio inestricabile tra la storia personale, la piccola storia e i grandi avvenimenti. La terza, questo andare e venire nel tempo e nello spazio, un continuo remake, difficile dal punto di vista della scrittura, ma indispensabile per rendere plastica la complessità della vita».

 

MARTINO PANICO è nato a Cantiano, dove risiede, nel novembre del 1953. È stato dirigente della pubblica amministrazione in vari Enti. Ha ricoperto numerosi incarichi politici tra cui, per ultimo, quello di Sindaco della sua piccola città.